Save the date. XIV Congresso Nazionale SIMM: Torino, 11 - 14 maggio 2016

Inserito in Gallery

 

Al via le iscrizioni e l’invio degli abstract per il XIV Congresso SIMM (Torino 11-14 maggio 2016). Eccoci al nostro XIV Congresso Nazionale per testimoniare ancora quanto la SIMM abbia a cuore la salute dei migranti e quanto importante sia la sua promozione a partire dal riconoscimento della dignità e dei diritti, oggi in piena crisi. Torino come sede, per la sua storia e per le numerose testimonianze dei suoi cittadini di ieri e di oggi, rappresenta la scelta ideale. (…) Mentre scrivo, continuano le notizie di morte dei migranti via terra e via mare, ma continuano anche le notizie di una chiusura di Paesi europei al cammino dei migranti, con un pericoloso ritorno a nazionalismi che mette in discussione l’unità stessa dell’Europa. (…) Negli incontri e nelle relazioni che ognuno di noi ha intrecciato con persone provenienti da altri paesi, all’inizio, prima ancora della risposta alla domanda di salute, c’è stata la consapevolezza dell’importanza del riconoscimento della dignità, della libertà e dell’autonomia dell’individuo. Prima ancora di essere un malato, chi chiede il nostro aiuto è una persona. Come operatori della salute abbiamo sempre avuto questa consapevolezza e nel nostro lavoro abbiamo sempre cercato, attraverso la salute, di facilitare l’integrazione e la partecipazione dei migranti alla vita socio-politica della città, che poi rappresenta il modo concreto del riconoscimento della persona. Purtroppo in questo campo non si finisce mai: le carte rischiano sempre di essere affermate, dichiarate e non applicate, non vissute. Diritti di carta, belle enunciazioni di principio che si dissolvono come parole al vento alle prime difficoltà. Quando i diritti non vengono realizzati è la stessa vita delle nazioni e dei popoli ad essere in pericolo, come la storia dimostra. Nel nostro campo ormai da tempo si fanno passi indietro nell’affermazione concreta della dignità e dei diritti delle persone specialmente se appartenenti alle fasce deboli. Siamo preoccupati del fatto che oggi “i più forti non si limitano soltanto ad accettare la disuguaglianza, che c’è sempre stata, ma addirittura l’esclusione”. Parlarne, discuterne assieme proponendo all’attenzione generale ciò che già si fa e si può fare, combattendo il clima di sfiducia e di impotenza di fronte a fenomeni che sembrano superiori alle nostre forze, è lo scopo principale del Congresso. (…)

Tratto dalla lettera del Presidente SIMM, Mario Affronti, ai Soci per l’annuncio del XIV Congresso

Per informazioni sul Congresso

  

Fonte: www.stranieriinitalia.it

 

Roma, 5 febbraio 2016